In primo piano


Una grande innovazione per Caselle…..è quello che pensiamo possa aiutare i cittadini ad essere informati su Caselle e ….oltre!

Scarica il servizio di messaggistica istantanea Telegram

sul tuo smartphone o sul tuo pc

e cerca il nostro canale 

Movimento 5 Stelle Caselle Torinese

Potrai essere informato su: allerte meteo, sicurezza del territorio, comunicazioni varie e tutto ciò che potrà essere interessante per tutti i casellesi.

Verranno anche pubblicate segnalazioni dei cittadini casellesi che raccogliamo durante le nostre riunioni settimanali o i nostri banchetti informativi, nella nostra pagina Facebook, compilando il form nel nostro sito web https://www.m5scaselletorinese.it/ oppure via mail a infom5scaselle@gmail.com

Per quanto ci sarà possibile, cercheremo di portare la vostra voce in Consiglio Comunale e metteremo il nostro impegno per far si che questo canale sia utile a tutti

Aiutaci a far crescere questa iniziativa!

 

Iscriviti a @movimento5stellecaselle

Vogliamo essere la tua voce davanti all’Amministrazione Comunale e, per questo, vogliamo raccogliere segnalazioni, malfunzionamenti, indicazioni, consigli per migliorare la nostra cittadina.

Su quali argomenti è meglio concentrarci per cercare di ottenere dei risultati?

Potrete scriverci all’indirizzo email:

infom5scaselle@gmail.com

Le segnalazioni verranno portate avanti come Movimento 5 Stelle, mantenendo l’anonimato dell’autore della richiesta.

Ci impegneremo per ottenere delle risposte e delle soluzioni alle richieste pervenute e Vi informeremo sull’evolversi della situazione

Pensiamo che questo possa essere uno strumento utile per migliorare la quotidianità di tutti



Durante il Consiglio Comunale di Mercoledi 25/10/2017 alle ore 18,00 presso Palazzo Mosca, sono stati accettati i nostri Emendamenti al Regolamento Area Cani di Caselle Torinese. Di seguito il Regolamento definitivo. Attendiamo solo l'inaugurazione e finalmente tutti i pelosetti di Caselle potranno usufruire della loro area per giocare e correre felici

Regolamento area cani di Caselle Torinese

Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani.

Art. 1 - Oggetto del regolamento

Art. 2 - Definizioni

Art. 3 - Ambito di applicazione

Art. 4 - Oneri e obblighi dei fruitori dell'area Art. 5 - Oneri e obblighi del Comune

Art. 6 - Apertura dell'area

Art. 7 - Attività di vigilanza

Art. 8 - Accordi per la gestione delle aree

Art. 9 - Sanzioni

Art. 10 - Entrata in vigore

Art. 1 - Oggetto del regolamento

Il presente regolamento detta norme finalizzate a garantire la fruizione dell’area di sgambatura per cani, in condizioni di sicurezza per gli esseri umani e per gli animali.

Art. 2 - Definizioni

 1.Area di sgambatura per cani: area verde comunale, opportunamente recintata e segnalata con un cartello riportante la dicitura "Area di sgambatura per cani", ove è consentito l'accesso ai cani anche non tenuti al guinzaglio e privi di museruola purché sotto la vigilanza attiva dei loro possessori/accompagnatori e con il rispetto delle regole contemplate nel presente regolamento.

 2.Possessore/accompagnatore: persona fisica che a qualsiasi titolo ha in custodia e conduce uno o più cani, regolarmente registrati, in un'area di sgambatura per cani e al quale fanno capo tutte le conseguenti responsabilità civili e penali.

 Art. 3 - Ambito di applicazione

Le norme del presente regolamento si applicano esclusivamente all’ area di sgambatura per cani e ai fruitori della medesima.

Laddove l’ area sgambatura cani sia stata suddivisa in settori recintati e separati, idonei ad ospitare i cani a seconda della loro taglia (piccola, media, grande) o per le loro caratteristiche comportamentali (tali da prevedere un'apposita area denominata "area cani impegnativi"), gli animali devono essere introdotti unicamente nelle aree loro riservate di cui viene data pubblicità con cartelli all'ingresso.

Art. 4 - Oneri e obblighi dei fruitori dell'area

1.Ai proprietari/detentori dei cani è fatto obbligo di dotare l’animale di microchip e provvedere all’iscrizione dello stesso all'anagrafe canina.

2.L’ area di sgambatura cani è da considerarsi area di servizio dedicata esclusivamente alla sgambatura e ricreazione dei cani, pertanto, al fine di garantire la sicurezza e la corretta funzionalità del servizio, l'accesso all’ area è riservato esclusivamente ai proprietari/detentori, ai loro cani e ad un accompagnatore di età non inferiore ad anni 12. I bambini possono avere accesso all'area solo se accompagnati da un adulto.

3.I proprietari/detentori hanno l'obbligo di introdurre i cani al guinzaglio sino all'interno delle aree di sgambatura e liberarli solo dopo aver verificato tutte le condizioni di sicurezza e/o opportunità.

Ai proprietari/detentori dei cani è fatto obbligo avere al seguito la museruola rigida o morbida da applicare al cane in caso di rischio per l'incolumità di persone od animali o su richiesta dell'autorità competente.

I possessori/accompagnatori devono comunque essere muniti di guinzaglio e di idonea museruola e trattenere i loro animali, ogni qualvolta se ne presenti la necessità o l'opportunità, a tutela dell'incolumità degli altri utenti (persone e cani) eventualmente presenti nell'area.

4.Ai proprietari/detentori di cani è fatto obbligo, entrando ed uscendo dall’ area di sgambatura, di chiudere tempestivamente, al loro passaggio, i cancelli sia esterni che interni.

L'accesso alla sola area sgambatura denominata "area cani impegnativi" (di eventuale futura realizzazione) è consentita ad un solo cane per volta, per il tempo necessario alla sgambatura e indicativamente di circa mezz' ora, salvo diversa indicazione da parte dei proprietari/conduttori già presenti nell'area.

5.Per motivi di sicurezza, l'accesso all'area in parola è riservato esclusivamente ai possessori/accompagnatori e ai loro cani. L'accesso contemporaneo all'area è consentito a un massimo di n. cinque cani limitando la permanenza ad un max. di 20 minuti all’interno dell’area qualora altri cani siano in attesa di accedere.

6.I possessori/accompagnatori possono lasciare liberi i propri cani nell'area di sgambatura comunale purché ciò avvenga sotto il loro costante controllo e dopo aver verificato che ciò non comporti danno e/o disturbo agli eventuali altri utenti presenti, ferme restando, in ogni caso, le disposizioni del regolamento veterinario per la profilassi della rabbia a tutela dell'incolumità pubblica.

7.I proprietari/detentori devono vigilare costantemente sui rispettivi cani in modo da intervenire in qualsiasi momento riguardo a comportamenti potenzialmente dannosi ad altri animali, persone o cose.

8.E' vietato l'accesso a cani femmina nel periodo del calore.

9.E’ vietato somministrare cibo ai cani all'interno dell'area.

10.I cani appartenenti a razze la cui aggressività non può essere facilmente controllata sono obbligati ad indossare la museruola e il guinzaglio.

11.Su tutta l'area di sgambatura sono vietati utilizzi diversi dallo sgambamento cani; è vietato altresì svolgere attività di addestramento cani da caccia, da difesa o da guardia.

12.In tutta l'area non è consentito introdurre arredi o strutture non regolamentate. È vietato introdurre nelle aree qualsiasi tipo di veicolo di cui all'art. 47 C.d.S., nonché biciclette per bambini, acceleratori d'andatura, pattini e similari, ad eccezione dei mezzi autorizzati.

13.Sono vietati comportamenti che possono disturbare la quiete pubblica.

14.A garanzia dell'igiene e a tutela del decoro, è fatto obbligo ai possessori/accompagnatori dei cani, cui è affidata prioritariamente l'igiene delle aree, di:

a)essere muniti di attrezzatura idonea alla raccolta delle deiezioni;

b)raccogliere le eventuali deiezioni del proprio cane e provvedere a depositarie negli appositi contenitori presenti nell'area.

15.Il proprietario detentore di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell'animale e risponde sia civilmente che penalmente dei danni o lesioni a persone, animali e cose provocati dall'animale stesso.

16.Tutti i comportamenti devono essere improntati al rispetto degli animali e delle persone presenti e l'utilizzo delle aree deve anche essere occasione di educazione sia per gli animali che ne usufruiscono sia per i loro conduttori.

17.In caso di mancato rispetto di tali regole i proprietari e i cani devono lasciare l’area.

18.Per le violazioni al presente regolamento è prevista la sanzione amministrativa ai sensi del TUEL — D. Lgs. n. 267/2000, art. 7 bis.

19.Per quanto non espressamente specificato dal presente regolamento si rimanda alla vigente normativa.

Art. 5-Oneri e obblighi del Comune

1.Il Comune provvederà periodicamente, o quando se ne ravvisi la necessità e l'urgenza, alla pulizia e allo sfalcio dell'area, alla sua disinfestazione e disinfezione e allo svuotamento dei cestini.

Art. 6 - Apertura dell'area

1.L'area di sgambamento è aperta tutti i giorni, con orario continuato dalle ore 7,00 alle ore 24,00 al fine di tutelare la quiete pubblica.

2.In deroga a quanto sopra previsto il Comune può prevedere la chiusura dell’ area per consentire lo svolgimento di manifestazioni ed iniziative legate agli animali.

Art. 7 - Attività di vigilanza

La funzione di vigilanza sull'utilizzo dell’ area viene svolta dagli agenti e ufficiali di Polizia locale e delle altre Forze di Polizia. Il personale del Servizio Veterinario della A.S.L. può svolgere tutte le funzioni di vigilanza nelle materie di competenza.

Art. 8- Accordi per la gestione delle aree

L'Amministrazione comunale si rende disponibile a dar vita ad accordi di collaborazione con Associazioni di Volontariato o privati cittadini per la gestione dell’ area, previa individuazione di referenti responsabili.

In caso di stipula di accordi, l'Amministrazione Comunale si impegna a fornire eventuale supporto ai privati cittadini o ai volontari delle Associazioni di Volontariato coinvolte nella gestione delle aree.

Il rapporto fra Amministrazione Comunale e Associazioni di volontariato o privati cittadini sarà regolato da apposita convenzione.

Art. 9 - Sanzioni

1.Ai sensi dell'art. 7 bis del D. Lgs. 18.8.2000, n. 267 e del Capo I della Legge 24.11.1981, n. 689, per le violazioni alle norme di cui al presente regolamento, se non punite più severamente da altre normative legislative o regolamentari e fatte salve in ogni caso le disposizioni penali in materia, si applica la sanzione amministrativa da un minimo di euro 25,00 ad un massimo euro 500,00.

2.Ai sensi dell'art. 16 della L. 689/1981, è ammesso il pagamento in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa, o se più favorevole e qualora sia stabilito il mimino della sanzione editabile, pari al doppio del relativo importo, oltre alle spese di procedimento, entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione degli estremi della violazione.

3.Nei confronti dei soggetti che contravvengono alle disposizioni di cui al presente regolamento, qualora si configuri l'ipotesi di maltrattamento, sono applicabili le sanzioni previste dalla legge.

4.Dalla data di entrata in vigore del presente regolamento decadono tutte le norme con esso incompatibili eventualmente contenute in altre disposizioni comunali.

Art. 10- Entrata in vigore

 

Il presente regolamento entra in vigore a seguito di intervenuta esecutività della deliberazione del Consiglio Comunale.


Incontri Settimanali